284cb484b18a4fca9e34838a65ec6abf (1).jpg
Il nostro calendario
Il calendario dell'associazione ONLUS Gattinicercacasa Amici di Luigi, nasce come idea di raccolta fondi per sostenere il gattile.
E come viene realizzato: utilizzando le foto inviate dai nostri adottanti, oppure con foto scattate a gatti che animano del nostro gattile.
E perche' no magari nel calendario del prossimo anno potrebbe esserci anche la foto del vostro micione.
Se vi va mandate le vostre foto all'indirizzo mail "gattinicercacasa@gmail.com".
Ogni mese verra' proposto un video diverso e tanto altro per farvi vivere il nostro gattile.
Rimanete connessi.
Mese di Gennaio
Mese di Febbraio
Mese di Marzo
Marzo dicono tutti il mese pazzerello. Nel mese di marzo si festeggia la festa della donna, la festa del papa' e la tanto attesa primavera. Pensate che il 1 marzo in Russia si festeggia la festa del gatto. In questo mese voglio pubblicare delle foto particolari. Dedico questo post all'Ucraina, ai suoi abitanti, e all'esercito che sta facendo di tutto per proteggere il proprio popolo e perche' no anche loro. 
Screenshot_20220304-114649_Instagram.jpg
Screenshot_20220304-114645_Instagram.jpg
Screenshot_20220304-114654_Instagram.jpg
Screenshot_20220304-114706_Instagram.jpg
...perche' anche loro hanno bisogno del nostro aiuto.
Mese di Aprile
Dei gatti si dice che sono animali molto focosi. Forse è per questo motivo che quando arriva la stagione degli amori tutto si complica più del solito. 
Le gatte vanno in calore con maggiore intensità in primavera, l’epoca con più ore di luce e calore, ma l’estro potrebbe apparire anche in inverno se vivono in una casa con riscaldamento e luce artificiale. E dato che le gatte possono andare in calore più volte, a intervalli di 2-3 settimane, la sterilizzazione è il sistema migliore per evitare il problema..
...e aprile e' tempo di nascite e i cuccioli abbandonati dalle proprie mamme trovano una nuova vita, amore e calore nelle nostre Balie.
I video mostrano come allattare e prendersi cura dei cuccioli.
 
Mese di Maggio
Gatti e fiori: quali sono tossici?

Maggio, il mese dei fiori si dice, dove la natura ci dona questo manto di colori con la fioritura di moltissimo fiori, e con la rinascita di molte piante.
Nel mese di maggio vi daremo dei consigli su quali fiori e piante sono tossiche per i nostri amici gatti. In casa possono esserci dei pericoli per i gatti come le piante di appartamento, alcune davvero tossiche.
Il gatto ama rosicchiare foglie e fiori e spesso lo fa per attirare l’attenzione o per bisogno di depurarsi. Un modo per distrarli dalle piante di casa è quello di mettergli a disposizione l’erba gatta. Conoscere le piante che fanno male ai gatti può aiutare a prevenire problemi più seri in futuro.
Come prima cosa se vogliamo evitare che i mici mordano o mangino queste piante, un buon metodo per scoraggiarli e spruzzarle di succo di limone diluito in acqua. Questo può allontanare i gatti senza far male né a loro né alle piante.
Nel link che vi lasciamo potete trovare tutte le informazione utili a riguardo.

https://www.tuttosuigatti.it/piante-fiori-ed-erbe-tossiche-per-il-gatto.html


E buona visione con il nostro video del mese di maggio.

 
Mese di Giugno
ABBANDONO DEGLI ANIMALI: CRIMINE ETICO, MA NON SOLO

.....ebbene si siamo arrivati a Giugno, e con l'inizio dell'estate iniziano le tanto amate vacanze, ma ahime' e' anche il periodo dove aumentano gli abbandoni nei posti piu' impensabile dei nostri amici pelosi. Allora io mi chiedo perche' adottare un animale se poi al piu' piccolo ostacolo lo abbandoniamo al loro destino.
L’adozione o l’acquisto di un animale è una decisione attenta che dev’essere ponderata responsabilmente e consapevolmente e che non può essere dettata da una estemporanea, e a volte momentanea, spinta emozionale.
È necessario riflettere a lungo e bene prima di instaurare un rapporto di piena e totale convivenza con un animale. Un impegno a lungo termine che richiede dedizione e spirito di abnegazione dal primo istante, sempre e per sempre. 
 
L’ABBANDONO DEGLI ANIMALI É UN REATO PENALE
L’abbandono degli animali è un reato contravvenzionale.
L’elemento soggettivo del reato è la colpa. Il nostro ordinamento giuridico prevede e punisce l’abbandono degli animali con l’applicazione dell‘articolo 727 del Codice Penale:
“Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze“.
La norma di cui all’articolo 727 C.P., un tempo rubricata “maltrattamento di animali”, fino a qualche anno fa era l’unica arma sanzionatoria contro comportamenti atti a provocare sofferenza agli animali.
A seguito dell’intervento normativo della Legge 189/ 2004, invece, la tutela degli animali nell’ordinamento italiano si è rafforzata grazie all’inserimento, nel libro II del Codice Penale, del titolo IX bis relativo ai “delitti contro il sentimento per gli animali”.
Nel link che trovate qui sotto troverete tutte le informazioni sull'abbandono e altro.
https://clinicalaveterinaria.it/it/abbandono-degli-animali/

manifesto-696x361.jpg
Se assisti ad un addandono non girare la testa ma contatta le forze dell'ordine o il numero verde Pronto Anas 800841148
RICORDATI UN VERO AMICO NON SI ABBANDONA MAI
Mese di Luglio
E' arrivata l'estate e la nostra domanda e' : I gatti soffrono il caldo?
Le temperature piuttosto elevate che si raggiungono in estate, soprattutto se associate ad un forte tasso di umidità ambientale, diventano fastidiose e insopportabili non solo per l’uomo ma anche per i nostri gatti. I gatti soffrono molto il caldo, specialmente quelli che sono in sovrappeso o soffrono di qualche malattia. Il calore eccessivo influisce sulla loro salute e può causare un colpo di calore o ipertermia.
Un gatto che si pulisce molto, beve più del solito, è apatico, si nasconde per casa o si sdraia su superfici fredde, come il pavimento o la vasca da bagno, ci sta dicendo che comincia a sentire caldo. Ma se, inoltre, ha difficoltà a respirare o le mucose bluastre, dovremo agire immediatamente.
 
Come prevenire il caldo nei gatti?
Date le conseguenze negative per la salute che i nostri gatti possono avere a causa del caldo eccessivo, dovremo fare del nostro meglio per proteggerli ed evitare che soffrano di colpi di calore o semplicemente per alleviare lo stress che il caldo causa loro. Ecco alcuni consigli per evitare che il gatto abbia caldo:
  • Offrigli un luogo di riposo fresco e ventilato.
  • Se il gatto mostra già sintomi di caldo, puoi inumidiscili la testa, il collo, la schiena e l'inguine per rinfrescarlo.
  • Evita di farlo uscire nelle ore più calde o nei giorni con temperature più estreme.
  • Se il tuo gatto è un amante dell'acqua, puoi lasciargli a disposizione una piccola piscina con qualche centimetro d'acqua.
  • Lasciagli sempre a disposizione una ciotola con acqua fresca e pulita e cambiarla frequentemente. Ci sono gatti a cui piace giocare con cubetti di ghiaccio, per cui aggiungerli nella ciotola può essere un trucco per tenerla fresca e spingerlo a bere oppure potete optare per acquistare una fontanella per gatti, l'acqua in movimento li incoraggia a bere.
  • Dargli del cibo umido o aggiungere del brodo alle crocchette sono altri trucchi per mantenere il gatto idratato.
IMG-20220623-WA0000_cleanup.jpg
Mese di Agosto
Attenti al gatto! Anche il micio fa la guardia alla casa.
Se la territorialità, ossia l’istintiva quanto nobilissima, azione di difesa del proprio ambiente, vale per tutti i gatti che si trovano in libertà, ancora di più, ha senso parlarne quando è associata al gatto domestico, che ha da sorvegliare uno spazio molto ben definito: la nostra casa, anzi, la sua!

Se teniamo in considerazione questo aspetto essenziale del nostro animale domestico, con le reazioni giuste ai loro segnali, sarà pace per tutti. In caso contrario attenti al gatto!

Apparentemente tranquilli e accoccolati sul divano, i gatti sono in realtà sempre vigili e fanno la guardia alla casa, e a tutto quello che c’è dentro, inclusi noi.

Tutto questo è più semplice da capire, se partiamo dal presupposto che i gatti sono cacciatori solitari, che trascorrono gran parte della giornata alla ricerca di opportunità di caccia nel loro ambiente, e possono sentire come una minaccia anche la possibilità, di non accedere più a risorse preziose. Una vera e propria ansia si impossesserà di loro, trasformandosi in comportamento aggressivo, con tutto quel che ne consegue, cioè comportamenti per noi fortunatamente codificati e riconoscibili, che ci consentono anche reagire nel modo giusto per rassicurarlo.

Quello che dobbiamo fare, è affrontare i bisogni fisici ed emotivi del nostro gatto, riducendo le sue tendenze a proteggere le risorse. Questo lo aiuterà a rafforzare la sua salute e la qualità della vita.

gatto-stivali-2-poster_jpg_300x300_crop_q85.webp
Ebbene si anche il gatto puo' fare la guardia a noi e alle nostre cose e io ne ho le prove......
Mese di Settembre
I gatti ci parlano e comunicano con noi?
Chi ha un gatto ne è convinto (che lo confessi o no…): il nostro gatto ci parla, i suoi miagolii hanno un senso e sono rivolti proprio a noi! «I gatti rispondono ai segnali umani apprendendo come l’uomo reagisce alle loro richieste, soprattutto attraverso la comunicazione uditiva (che è il canale preferenziale della comunicazione per l’uomo)» dice il professor Quaranta. «I miagolii, infatti, non solo sono individuali ma variano nella loro struttura in relazione alla richiesta che il gatto indirizza all’uomo, tanto che i proprietari sanno chiaramente descrivere quale sia il messaggio che il gatto vuole inviare al suo caregiver. Quando un gatto vuole interagire con le persone si avvicina portando la coda in verticale, può anche vibrare. Al contrario se il gatto si mostra rigido e muove la coda a frusta può volerci comunicare uno stato di disagio o nervosismo».


Se sei triste o arrabbiato il tuo gatto lo sa
I gatti non solo sono in grado di riconoscere e abbinare le espressioni facciali e le relative vocalizzazioni di rabbia e gioia dell’uomo, ma ne comprendono anche pienamente il significato, mostrando un aumento dei comportamenti di stress in risposta ai segnali emotivi che esprimono rabbia.
I gatti in qualche modo partecipano davvero alla nostra vita e dividono con noi le nostre emozioni.

Nel Link riportato sotto potete leggere tutto lo studio fatto su questi comportamenti.

Cliccate qui